Il metodo più efficace per applicare l’spf

Se ci segui da un po’  probabilmente sai quanto per noi sia essenziale l’SPF per la tua routine quotidiana. Ma cosa succede se scoprissi di averlo applicato male per tutto questo tempo? L’uso corretto è una parte importante della misurazione se la protezione solare è efficace e serve al suo scopo, e la ricerca mostra che la maggior parte delle persone fraintende il metodo corretto.

Vari studi hanno infatti dimostrato che, nel complesso, i consumatori utilizzano solo circa il 20-25% della quantità di crema solare necessaria per ottenere la protezione numerata sul flacone. Considera che, con la giusta applicazione, la crema solare non dovrebbe durare più di 3 settimane ( mannaggia). 

Ma facciamo un piccolo riassunto.

Quali sono i vantaggi della protezione solare?

Indossare la protezione solare ha molti vantaggi, alcuni dei quali potrebbero davvero sorprenderti. Ecco alcuni dei modi principali in cui un buon SPF può migliorare le condizioni della tua pelle:

1) Uniforma il tono della pelle

2) Protegge dalle scottature solari

3)Aiuta con l’iperpigmentazione 

4) Rallenta e previene l’invecchiamento precoce (rughe, macchie scure, perdita di tono)

5) Riduce il rischio di cancro della pelle

6) Previene l’infiammazione della pelle

Una delle ragioni principali per cui la protezione solare ha un elenco così lungo di benefici è che il sole stesso può danneggiare la nostra pelle in tanti modi.

La crema solare è l’unica protezione comprovata contro gli effetti dannosi dei raggi UV sulla nostra pelle, che ti aiuta a combattere il melanoma, il fotoinvecchiamento e l’iperpigmentazione.

Quando è nato l’spf?

La storia della nascita dell’spf passa per una scottatura. 

Negli anni 30, infatti, non esistevano i solari, perciò Franz Greieter, giovane chimico tedesco, andando in escursione sul ghiacciaio di Piz Buin si scottò.

Invece di disperarsi delle bolle, però, il chimico il giorno dopo si mise a studiare, inventando la prima crema solare moderna…indovina che nome gli diede?

Quando applicarla?

Da allora i danni del sole sono stati ampiamente studiati e, come forse avrai già sentito anche da noi, non importa la stagione o il tempo, i raggi ultravioletti sono sempre attivi. 

Quindi la protezione solare dovrebbe essere indossata ogni giorno, tutto l’anno.

Sempre? Si! 

A meno che tu non viva in un seminterrato dove non c’è traccia di luce solare, indossa la protezione solare in casa perché la luce del sole può filtrare attraverso le finestre e le persiane.

Se ti trucchi l’Spf va messo prima del fondotinta.

Contrariamente, quindi al pensiero comune, la protezione solare non è stagionale; dovrebbe essere utilizzata durante tutto l’anno con lo stesso impegno. So che non è così facile, soprattutto per chi si trucca tutti i giorni, ma per fortuna, marche come ISDIN hanno studiato texture super leggere perfette sotto il trucco.

Infine ricorda: preferisci protezioni da SPF 30 in su.

Come applicare efficacemente SPF

Conosci il metodo a due dita? E’ un modo semplice per misurare la quantità di crema solare da applicare sul viso. Per provare questa tecnica, devi semplicemente spremere il prodotto in due linee separate su indice e medio. Inoltre, assicurati di applicare la crema solare su tutte le parti esposte del corpo.

D’inverno sarà sicuramente concentrata sul viso, ma più ti scopri più zone avrai da proteggere ( per esempio d’estate ricordati il décolleté, il dorso delle mani, le spalle e le braccia) ovviamente più zone ci sono, più aumenta anche la quantità di crema.

La riapplicazione

A differenza di altri prodotti per la cura della pelle, la protezione solare richiede più applicazioni al giorno, soprattutto se trascorri molto tempo all’aperto. Pertanto, è necessaria una nuova applicazione ogni due ore.

Per il corpo, ti consiglio di valutare l’acquisto di protezioni spray, mentre sul viso esistono dei fissanti con all’interno spf 30.

Leave A Comment

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e rimani aggiornata sulle novità del mondo beauty!